Skip to content

Al via sabato 5 aprile il corso “Wellsharing Scambi solidali per il welfare locale” organizzato dal Cesvot e dal Centro Nazionale per il Volontariato. Il corso è dedicato a tutti gli interessati, in particolare a chi opera nel welfare locale, e si caratterizza per una stretta  connessione tra ricerca e formazione e un approccio fondato sull’apprendere attraverso la sperimentazione e il lavoro di gruppo.

Le premesse sono queste: negli ultimi anni, la crisi economica ha reso particolarmente evidenti le carenze del sistema  di servizi di welfare ed ha esteso la fascia sociale della cosiddetta “vulnerabilità”, un fenomeno che include non soltanto i ceti sociali più deboli, ma anche quelli ritenuti finora più al riparo dai rischi di disagio. Da più parti si segnala l’esigenza di riformulare il mandato che la società ha affidato ai servizi e di elaborare nuovi orientamenti di lavoro sociale congruenti con le caratteristiche dei nuovi problemi.

Il volontariato ha spesso dato prova di una capacità elevata di leggere i problemi emergenti e di proporre pratiche innovative per rimettere in circolo le risorse della comunità locale. Le esperienze realizzate sono un patrimonio importante e chiedono di essere discusse, messe a confronto e diffuse. Attraverso una metodologia laboratoriale, centrata sulla valorizzazione delle esperienze e lo scambio reciproco, il percorso si propone di sviluppare le conoscenze e le capacità di azione dei volontari e delle loro organizzazioni nel fronteggiare le conseguenze sociali della crisi.

Per tutte le informazioni e per scaricare la locandina clicca qua. Le iscrizioni sono aperte fino a giovedì 3 aprile.

Commenta

Dicci cosa ne pensi

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

Compila il form e invia