Skip to content

Welfare e vulnerabilità

Al via sabato 5 aprile il corso “Wellsharing Scambi solidali per il welfare locale” organizzato dal Cesvot e dal Centro Nazionale per il Volontariato. Il corso è dedicato a tutti gli interessati, in particolare a chi opera nel welfare locale, e si caratterizza per una stretta  connessione tra ricerca e formazione e un approccio fondato sull’apprendere attraverso la sperimentazione e il lavoro di gruppo.

Intervento di Riccardo Guidi al Meeting delle Misericordie della Toscana e dei Gruppi donatori di sangue ‘Fratres’, che si è svolto sabato 7 luglio a Peccioli (Pisa). 1. Pro-vocare per reagire. Come affrontare “tempi interessanti”? Per un intervento che aspira a pro-vocare questioni per la discussione, Slavoj Zizek -“il filosofo più pericoloso d’occidente” come l’ha definito una rivista americana- può essere richiamato per molti motivi. Uno dei più stimolanti -sebbene molto didascalico- è l’incipit del suo ultimo libro tradotto in italiano. Con il titolo del libro di Zizek, vi do il mio benvenuto a questa importante occasione di riflessione e dibattito al Meeting delle Misericordie…

In Italia sono 2 milioni e 600 mila le persone non autosufficienti, di cui 2 milioni sono anziani (Istat) e solo il 4% usufruisce dell’Assistenza domiciliare integrata (Adi). Come si precisa nel volume Cesvot “Anziani e non autosufficienza. Ruolo e servizi del volontariato in Toscana” (“I Quaderni”, n. 57, pp. 326), nel nostro Paese la cura degli anziani non autosufficienti ricade in gran parte sulle famiglie: il 50% su familiari conviventi, il 30% su familiari non conviventi, il 20% su servizi pubblici e privati. 

Il volume, a cura di Simona Carboni, Elena Elia e Paola Tola, nasce da una ricerca promossa da Cesvot e Regione Toscana e realizzata dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione. Scopo della ricerca è mettere a fuoco il ruolo svolto dalle organizzazioni di volontariato nell’ambito degli interventi e dei servizi a favore di anziani non autosufficienti. Oltre a Veneto, Puglia e Liguria, il volume si sofferma in particolare sul caso toscano analizzando 10 casi che vedono la sinergia tra volontariato ed ente pubblico nell’assistenza e nel sostegno dell’anziano non autosufficiente. Per scaricare il documento clicca qua: Anziani e non autosufficienza Ruolo e servizi del…

La vulnerabilità delle persone in Italia è un problema non più rimandabile. Una condizione di impoverimento a tutti i livelli che colpisce sempre più persone nel tempo della crisi. Il progetto “Spazio Comune” sta costruendo la prima rete per la partecipazione dei vulnerabili tramite un sistema di laboratori di promozione di iniziative di cittadinanza attiva che coinvolge già circa 300 persone in otto regioni italiane.

“#spaziocomune. Costruire partecipazione nel tempo della vulnerabilità” è il titolo del primo convegno nazionale del progetto Spazio Comune che mette in rete 5 laboratori regionali che nel corso del 2011 si sono trovati a riflettere sul tema della partecipazione nel contesto di nuove vulnerabilità che soffre il nostro Paese. Si terrà a Lucca il 24 e 25 febbraio prossimo nell’ambito di Villaggio Solidale. Hanno assicurato la loro partecipazione ai lavori nomi di grande rilievo, da Miguel Benasayag a Ilvo Diamanti, da Giuseppe De Rita a Alain Erhemberg. Ma anche Francesco Indovina, Marianella Sclavi, Franco Flori, Gino Mazzoli, Riccardo Guidi e…

Il Working Paper numero 5 della serie FV&P costituisce un tentativo di comprendere l’effettivo impatto delle riforme ispirate al New Public Management (NPM) e alla governance sui lavoratori sociali del settore pubblico (State social workers, Jones, 1983) con particolare riferimento alla loro posizione dentro le partnership pubblico-privato per la gestione dei servizi socio-assistenziali (PPPGS). Scarica “Corrosive effects?“.

La Fondazione Volontariato e Partecipazione, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Pisa, sta conducendo  il progetto “Società della Salute, Terzo Settore e partecipazione“, promosso dalla Regione Toscana. Il progetto si propone come un’opportunità di riflessione ed elaborazione per le SdS e per gli attori della partecipazione toscani ed è finalizzato essenzialmente a comprendere lo stato e i dispositivi della partecipazione nelle SdS; coadiuvare gli attori toscani nel miglioramento dei dispositivi partecipativi nelle SdS. La SdS  del Valdarno inferiore è stata individuata come ambito per un approfondimento conoscitivo. Il caso studio intende coinvolgere i soggetti…

“Atlante sociale sulla tratta. Interventi e servizi in Toscana” è il volume curato da Marta Bonetti, Arianna Mencaroni e Francesca Nicodemi. Presenta i risultati di una ricerca promossa da Cesvot e condotta dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione sugli interventi realizzati in Toscana contro la tratta e la prostituzione forzata. Una mappatura di luoghi, enti e servizi che racconta l’azione di associazioni ed enti locali a contrasto della tratta e a sostegno delle vittime che dal 2000 al 2008 sono state in Italia almeno 50mila. Al volume è allegato il dvd “Dalla parte della dignità e dei diritti” con filmati e videointerviste ad operatori,…

E’ stato pubblicato nella serie “I Quaderni” del Cesvot l’Atlante sociale sulla tratta. Il volume presenta i risultati di una ricerca promossa da Cesvot e condotta dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione di Lucca sugli interventi realizzati in Toscana contro la tratta e la prostituzione forzata. Una mappatura di luoghi, enti e servizi che racconta l’azione di associazioni ed enti locali a contrasto della tratta e a sostegno delle vittime che dal 2000 al 2008 sono state in Italia almeno 50mila. Il volume contiene inoltre testimonianze, dati aggiornati e un’ampia panoramica sulla normativa. La prefazione al volume è di Gabriella Mauri del…

download design | download view | Get More Info