Skip to content

Welfare e vulnerabilità

Laboratorio Spazio Comune. Rianimare la politica a partire dalle nuove vulnerabilità. Il progetto nasce dalla considerazione che la crisi economica e sociale ha portato agli onori della cronaca un fenomeno già osservabile da anni, l’impoverimento e l’erosione del ceto medio. Dopo l’articolo-manifesto di Gino Mazzoli, pubblicato sul n.245/2010 di Animazione Sociale, la Fondazione Volontariato e Partecipazione e Animazione Sociale hanno promosso un progetto di studio e collegamento di progetti contro l’impoverimento e la disaffiliazione socio-politica del ceto medio. L’ipotesi di fondo del Laboratorio è che l’erosione del ceto medio determinato dall’emergere di nuove vulnerabilità ha conseguenze decisive sulla partecipazione. I…

Società della salute, terzo settore, partecipazione. Il progetto di ricerca è incentrato sul tema della partecipazione all’interno della società della salute. Almeno a partire dai primi anni 2000, si sono diffuse nuove iniziative di partecipazione alle politiche pubbliche. Soprattutto a livello locale, le istituzioni hanno fatto ricorso a varie e differenziate esperienze di coinvolgimento dei cittadini singoli e organizzati ai processi decisionali e valutativi delle politiche pubbliche (ambiente, urbanistica, sociale, sviluppo economico…). A partire dalle previsioni della L.328/2000, le politiche ed i servizi socio-sanitari territoriali sono diventati uno dei più significativi terreni di sperimentazione. In particolare con l’avvio dei Piani…

Dopo l’articolo-manifesto di Gino Mazzoli sul numero di agosto settembre 2010 di Animazione Sociale, la Fondazione Volontariato e Partecipazione ha promosso un progetto di studio e collegamento di realtà regionali e nazionali di pratiche contro l’impoverimento e la disaffiliazione socio-politica del ceto medio. L’ipotesi di fondo del Laboratorio è che l’erosione del ceto medio determinato dall’emergere di nuove vulnerabilità ha conseguenze decisive sulla partecipazione. I vulnerabili non sono solo soggetti che sperimentano impreviste ed ingestibili difficoltà ma anche soggetti “in ritiro dalla cittadinanza”. La nostra opinione è che il dibattito sociale e politico su questo tema sia troppo flebile rispetto alla gravità della situazione e che…

Atlante sociale sulla tratta. Interventi e servizi in Toscana. La ricerca, finanziata dal Cesvot e svolta dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione, esplora un fenomeno, quello della tratta di persone, che negli ultimi decenni si è imposto nel dibattito pubblico mondiale: organizzazioni internazionali, reti trasnazionali, governi locali hanno prodotto una messe di accordi, legislazioni, piani di azione per prevenire, sopprimere e punire “un crimine che- come sottolinea la recente campagna ONU – è una vergogna per tutta l’umanità”. La tratta delle donne finalizzata alla prostituzione coatta è stata la prima forma del fenomeno ad essere tematizzata e resta ancora oggi il principale ambito di intervento sociale. La…

Dossier “Primo: ascolta”. Rapporto sulle povertà e le risorse nella Diocesi di Lucca. Con questo incontro presentiamo, come ogni anno, il Dossier Caritas sulle povertà e le risorse. Il Dossier, progettato e redatto in collaborazione con la Fondazione Volontariato e Partecipazione, elabora i dati raccolti nei Centri d’Ascolto Caritas riferiti all’anno 2009 e censisce le risorse e i servizi diocesani. Il Dossier disegna uno scenario delle povertà in mutamento: la crisi economica sta probabilmente aumentando le diseguaglianze anche nella nostra Diocesi e le “antenne” dei Centri d’Ascolto intercettano i segnali di nuovi fenomeni d’impoverimento. Questo preoccupante quadro interroga profondamente le…

Non-autosufficienze: una sfida societaria. Dai bisogni e le capacità degli utenti ai nuovi assetti istituzionali: nuove connessioni tra attori per una comunità solidale. La considerazione preliminare del progetto di ricerca è che negli ultimi dieci anni, l’invecchiamento progressivo della popolazione, la crisi delle tradizionali reti di cura familiare e l’inadeguatezze ereditate dal sistema istituzionale di assistenza hanno stimolato, anche in Italia, ad una crescente “attenzione” per i problemi della non autosufficienza anziana. Sul piano nazionale, si è sviluppato un dibattito ricco, ma che è rimasto tutto sommato aperto, su quali politiche di riforma adottare; mentre sul piano regionale hanno visto la luce iniziative concrete, finalizzate…

article source | free download click | need download